La tragedia di Anna

La tragedia di Anna, giovane puerpera crollata per sfinitezza sul suo bambino, probabilmente soffocandolo, è l’ultimo drammatico episodio di violenza subita da una donna. Stremata da 17 ore di travaglio e dal parto, Anna si è trovata da sola ad accudire il suo bambino, senza che l’ospedale in cui era ricoverata ritenesse di prestarle cura e assistenza, peraltro da lei richieste.

La vergogna della classe

di Cristina Quintavalla | E’ quella provata dai poveri e dalle classi lavoratrici negli Usa, rappresentati come falliti, incapaci, truffatori, pericolosi, parassiti, predatori, che preferiscono l’elemosina al lavoro.